Maya Weug

Maya Weug
Di Michela Cardinale

Il mio sogno: correre in F1 e vincere con la Ferrari

In occasione del GP che si disputerà ad Imola vi voglio parlare di una giovanissima pilota nella Driver Academy Ferrari, il vivaio della scuderia del cavallino rampante.

Maya Weug è nata in Spagna da papà olandese e madre belga. 
La passione per il motorsport l’ha ereditata dal padre, salendo per la prima volta su un kart all’età di 7 anni; fu un vero e proprio colpo di fulmine tra Maya e il mondo dei motori a 4 ruote.

A Natale 2011 ricevette in dono un kart tutto suo dal quale, non si staccò più, e cominciò ad usarlo per le competizioni.
Vincendo la Girls on Track della FIA Women in Motorsport Commission in collaborazione con Maranello, Maya è riuscita a mettersi in luce più delle altre ragazze nel camp finale di valutazione, svolto nel quartiere generale della scuderia di Maranello.

Grazie a questo successo, è diventata la prima donna a far parte della Ferrari Drive Academy, la stessa scuola che ha frequentato, tra gli altri, il figlio del sette volte campione del Mondo Michael Schumacher,  Mick, e l’attuale pilota della Ferrari Charles Leclerc . 
Maya ha preso anche  parte al campionato di F4, il primo passo verso del percorso nelle competizioni per monoposto che porta fino alla tanto agognata e desiderata Formula 1.
Durante la competizione è stata notata dal Team Principal Mattia Binotto e dal direttore della Ferrari Drive Academy Marco Matassa.

Per Mattia Binotto, l’arrivo di Maya nella scuderia Ferrari; rappresenta un cambiamento concreto nell’impegno della Ferrari per rendere il motorsport sempre più aperto alle donne competenti che possono ricoprire il ruolo di pilota.
Per Marco Matassa, invece, Maya è riuscita a far valere la sua dedizione, la sua preparazione atletica e il suo approccio innato alla competizione.

Per Maya la vittoria della competizione rimarrà un ricordo indelebile, e inseguendo il suo sogno, è riuscita ad entrare in un mondo completamente maschile.
Questo però è solo l’inizio e siamo sicure che con la sua tenacia e voglia di conquistare nuovi traguardi, ne sentiremo parlare sempre più spesso.
Non ci resta che seguirla e fare il tifo per lei.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *