Bressanone

Bressanone

Luoghi in pillole, la rubrica di Michela Cardinale

Luogo


Bressanone

Provincia


Bolzano

Regione


Trentino- Alto Adige

Cosa vedere

Bressanone è il capoluogo storico, artistico, culturale, economico, sociale ed amministrativo del comprensorio della Valle Isarco.
Il comune di Bressanone si estende dalla città vescovile nel fondovalle fino ai piedi delle vette della Plose e delle Odle d’ Eores.
Secondo la tradizione la città venne fondata nel 901, 3 secoli prima della costituzione della contea del Tirolo.
Bressanone è una cittadina piccola, che si può visitare comodamente in una giornata.
Se poi si dispone di più tempo ci sono cosa da fare e da vedere anche nei dintorni, come ad esempio l’ Abbazia agostiniana di Novacella. Tornando a Bressanone è una città visitabile 365 giorni all’ anno e sicuramente la visita si può iniziare da piazza Duomo.
La piazza del duomo è molto particolare, le dimensioni ridotte del centro storico rivelano un certo fascino, grazie anche alla presenza imponente del Duomo, con la sua facciata davvero unica, per via delle due torri campanarie gemelle.
Il Duomo di Maria Assunta è una cattedrale della metà del decimo secolo mentre le torri sono del dodicesimo secolo. Da visitare il chiostro con bellissimi affreschi realizzati fra il XIV e il XV secolo.
Usciti dalla chiesa si può fare una visita al Palazzo Vescovile (Hofburg) e il museo Diocesano, dove è esposta la mostra dei presepi, una delle più grandi collezioni in Europa.
Accanto al palazzo Vescovile c’è anche un giardino di impianto rinascimentale allestito nel 1570, ripristinato nel 1992 come “orto giardino”, costeggiato da mura medievali.
C’è anche altro da vedere, come diversi bellissimi palazzi, il vecchio cimitero, le porte di accesso alla città, la chiesa di San Michele Arcangelo, la Torre Bianca ( è possibile salire in cima ), il museo della Farmacia.

Perché andarci

Perché è una città ricca di storia e di cultura. Bressanone con il passare degli anni si è modernizzata, ma allo stesso tempo è riuscita a conservare alla perfezione il suo lato storico pieno di avvenimenti e di monumenti storici che ad oggi, nel 2020 caratterizzano ancora la città.

Personaggi o eventi storici

Bressanone ha un legame speciale con gli elefanti.
Ci sono documenti storici che documentano che nel 1551 transitò a Bressanone un elefante, impressionando tutti gli abitanti, non di certo abituati a vedere un pachiderma di quelle dimensioni aggirarsi fra le montagne dell’ Alto Adige.
La storia narra che il re del Portogallo volesse donarlo a suo nipote Massimiliano d’ Austria e che l’animale dovette fare tutto il viaggio da Lisbona a Vienna.
A Bressanone si fermò per riposare circa un paio di settimane. La locanda che ospitò i viandanti ne ricavò una tale fortuna, da cambiare nome e oggi è l’ Hotel Elefante, dove si può ammirare un disegno sulla facciata dell’ albergo.

Curiosità

Ogni sabato alle ore 11:00, dalla Torre Bianca della chiesa parrocchiale a fianco al Duomo, invece delle campane suona un complesso di carillon.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *