Ethiopian volunteers register here!

Ethiopian volunteers register here!
La recensione di Elisa Belotti
Titolo


Ethiopian volunteers register here! tratto da Cronache dalla polvere, il mosaic novel firmato Zoya Barontini

Autrice


Igiaba Scego

Editore


Bompiani

Recensione

Cronache dalla polvere si propone di parlare, attraverso la narrativa, del colonialismo italiano in Etiopia, mostrandone la durezza, la spietatezza e gli aspetti controversi. Igiaba Scego contribuisce a ciò con un racconto in cui si intrecciano diverse storie. La prima è il combattimento tra Memnone e Achille, un sovrano etiope che si schiera con i troiani e il classico eroe greco. I due guerrieri, alle porte della città distrutta, combattono fino alla morte e oltre, attraversando il mito e approdando nella Storia, quella che ci riguarda tutti. Poi c’è Reginald, un ragazzino che vive nel quartiere newyorkese di Harlem, ma soprattutto dentro i suoi fumetti. Fa parte della Gang del muretto, un gruppo di amici che gioca a fare gli adulti e si chiede chi sia il Benito Mussolini di cui il nuovo arrivato parla. Infine c’è la storia dell’Etiopia, invasa dall’esercito italiano e sostenuta con le risorse che provengono dall’altra parte dell’oceano. Ad un certo punto queste tre storie si uniscono e le guerre si confondono perché, che lo scontro sia tra etiopi e invasori italiani o tra troiani e greci, la violenza è sempre la stessa. Ethiopian volunteers register here! mostra che anche nelle pagine più scabrose della storia ogni essere umano è coinvolto.

A chi lo consigliamo

A chi vuole confrontarsi con il fatto che il razzismo non è solo una questione americana o comunque lontana, ma un fatto che ci tocca da vicino, anche qui, in Italia.

Spunti di riflessione

Con il racconto di Scego e in generale Cronache dalla polvere si scopre che la storia del colonialismo italiano non è in bianco e nero, ma ci sono tanti grigi, tante situazioni contraddittorie e complesse. Questa è un’occasione per portarle alla luce e per approfondire il colonialismo italiano in Etiopia da un punto di vista diverso da quello tradizionalmente raccontato. 

Harlem, la nera Harlem, non può lasciare sola l’Etiopia. Chi ha invaso loro, ha invaso anche noi

La storia raccontava le gesta di un etiope di nome Memnone, un guerriero che seppur sconfitto continuava la sua lotta dall’aldilà. Un eroe fantasma, nero come lui, riccio come lui. Se Memnone avesse gli occhiali sarebbe identico a me…

E no, figlio, non li lasceremo soli i nostri fratelli. Vieni con me e vedrai.

Ogni racconto di Cronache dalla polvere è accompagnato da un’illustrazione di Alberto Merlin. Si possono vedere alcuni disegni in questo video realizzato da Bompiani:

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *